skip to Main Content

Il gusto inconfondibile dei miei peperoncini, così buono, così naturale.

La volontà di coltivare con metodi naturali unita alla mia passione per il peperoncino mi hanno spinto a ricercare alcuni blend del genere Capsicum, provenienti da diverse parti del mondo, e a selezionarli con attenzione in base al loro particolare gusto, all’aroma e al colore. Il mio amore per questa pianta nasce però da lontano.

Iniziai a coltivare il peperoncino tanti anni fa quando ottenni il mio primo fazzoletto di terra da mia zia Giannina, ortolana da sempre. Per me fu il primo traguardo. Avevo circa quaranta piante e il piacere con cui le vedevo crescere e fruttificare era per me un motivo di orgoglio e soddisfazione. Il passo successivo fu raccogliere i frutti ed essiccarli per creare la polvere piccante. Notai subito la notevole differenza di gusto e aroma tra la mia polvere e quella che trovavo normalmente sugli scaffali del supermercato oppure sul tavolo di una pizzeria. Fu così allora che decisi di intraprendere questa avventura, con l’ambizione di portare sulle tavole un prodotto genuino e artigianale, che restituisse un senso alla straordinaria bontà del peperoncino!

Agli inizi della mia produzione macinavo i peperoncini – dopo averli essiccati – con strumenti elettrici dotati di lame rotanti, per ottenere il prodotto in una polvere sottile. Mi accorsi subito però che le lame procuravano al peperoncino un surriscaldamento eccessivo e superfluo, alterando le delicate proprietà di questo frutto. È così che decisi di sostituire lo strumento elettrico con uno manuale, il mortaio in marmo.

Nascono così i “Peperoncini di ZAC” frantumati a mortaio, una accurata selezione di alcune varietà di peperoncino da me miscelate in base alle loro caratteristiche di gusto, aroma e colore.

“Faccio un paio di trattamenti con l’olio di Neem e diserbo a mano, trattamenti chimici non li faccio. Non servono. Il peperoncino è una pianta forte che non si ammala facilmente e i rimedi naturali vanno benissimo”.

Davide Zacchilli

I miei peperoncini crescono ad acqua e sole, nient’altro, e sono sottoposti ad un lento processo di essiccazione a bassa temperatura.

Successivamente li frantumo a mano con mortaio in marmo – procedendo lentamente, 100 grammi alla volta, per mantenerne inalterati  il colore, il profumo e il sapore – fino ad ottenere la loro tipica forma a “fiocco”. 

Li raccolgo e li commercio in piccoli e colorati vasetti di vetro. Le miscele sono mediamente piccanti: per accontentare anche i palati più sensibili preferisco produrre miscele equilibrate, non piccantissime, così che ciascuno possa decidere quanto usarne.

> Vai allo Shop

“La mia è una scelta etica, sostenuta dal mio sentire: voglio praticare un’agricoltura pulita che non avvelena la terra e non fa male. È una cosa in cui credo, il mio modo di intendere il mio lavoro e più in generale è il modo in cui voglio vivere”. 

Davide Zacchilli